<iframe src="//www.googletagmanager.com/ns.html?id=GTM-TPP75JX" height="0" width="0" style="display:none;visibility:hidden"></iframe>Dry-Eye-Screening | Dynoptic

Occhiali, moda e tendenze, lenti a contatto e news sulla vista


10. Ottobre 2017

Dry-Eye-Screening

Dry-Eye-Screening: un nuovo servizio optometrico. Best practice da Bischof Optik a Wil

La secchezza oculare è una malattia oculare ampiamente diffusa. In Svizzera ne è colpito circa il 17% della popolazione complessiva. All'origine della malattia vi è un disturbo della composizione del film lacrimale e/o una riduzione della sua quantità, spesso accompagnata da una reazione infiammatoria. Anche l'uso frequente di lenti a contatto può rientrare tra le sue cause. La probabilità che si manifesti secchezza oculare aumenta con l'avanzare dell'età, e nell'85% dei casi ne è interessato il sesso femminile. 

Nonostante ciò, spesse volte si presta troppa poca attenzione a questa malattia. Gli occhi soffrono di stress, e i conseguenti rischi per la salute in caso di secchezza oculare non vanno sottovalutati.  Gli esperti di Bischof Optik sono ben coscienti di tale aspetto e pertanto si avvalgono del nuovo servizio optometrico «Dry-Eye-Screening» nel loro negozio.

Il servizio Dry-Eye-Screening presso Bischof Optik a Wil

Da Bischof Optik, uno dei più innovativi partner Dynoptic, viene offerto il servizio speciale «Dry-Eye-Screening», comprendente analisi, consulenza e controllo di decorso. In una prima analisi sistematica vengono raccolti i dati sulla situazione momentanea dell'occhio. A questo scopo Bischof Optik utilizza una linea guida individuale con procedure sistematiche e strumenti di misurazione specifici quali il cheratografo 5M, il sistema di osmolarità TearLab e la lampada a fessura con dispositivo fotografico. Dall'esame dei dati e dell'anamnesi si cerca di individuare la possibile causa di secchezza oculare, che in molti casi si presenta particolarmente difficoltosa. Sulla base della causa accertata Bischof Optik elabora poi un piano di misure personalizzato. Dopo uno o due mesi si ripetono l'anamnesi e le misurazioni, confrontando i nuovi dati ottenuti con i dati raccolti inizialmente. Basandosi su questo confronto si attuano poi opportuni aggiustamenti delle terapie prescritte. Il successivo controllo di decorso viene eseguito a tre o quattro mesi di distanza, mentre in seguito i controlli avranno una cadenza annuale. 

Il servizio descritto richiede un ampio know-how da parte degli optometristi, che presuppone necessariamente l'approfondimento della letteratura scientifica e un'applicazione assidua e completa delle relative tecniche. Devono essere naturalmente disponibili anche idonei materiali e apparecchiature. Una volta soddisfatti tutti questi presupposti, il negozio di ottica in grado di offrire questi servizi può realizzare un grande valore aggiunto per sé e i suoi clienti.

Vantaggi per il cliente e per l'ottico

Il Dry-Eye-Screening costituisce un argomento avvincente ed estremamente complesso. Lo screening e le misure rendono possibile alleviare i sintomi fastidiosi dovuti alla secchezza oculare e migliorare enormemente la qualità di vita dei clienti. 

Anche per l'optometrista e la sua attività si delineano diversi vantaggi. Con questa offerta si può creare una nuova argomentazione esclusiva di vendita ed estendere l'area di attività dei «servizi optometrici». Oltre a ciò, al cliente vengono trasmessi in tal modo sicurezza, fiducia e professionalità.  

Bischof Optik collabora con una farmacia situata nelle vicinanze, la quale gli invia i propri clienti per il Dry-Eye-Screening. Bischof Optik indirizza a sua volta i clienti alla farmacia con la prescrizione per l'acquisto di prodotti specifici. Anche questa forma di collaborazione viene apprezzata molto dai clienti interessati e dalla farmacia.

«Lo screening rende possibile alleviare il fastidioso problema della secchezza oculare e migliorare la qualità di vita dei clienti.»

Dall'inizio del 2016, Bischof Optik sta facendo esperienze più che positive con il Dry-Eye-Screening, esaminando ogni settimana la secchezza oculare di diversi clienti. Con questa offerta si rivolge soprattutto ai portatori di lenti a contatto e occhiali, ma anche a persone senza necessità di ausili visivi. Per il reparto di ottica si creano tra l'altro addirittura nuove opportunità di vendita di occhiali e lenti a contatto. I clienti sono riconoscenti per il servizio offerti e sono pronti a remunerarlo. 


To the top
Chiudi